Indice del forum
Registrati Cerca FAQ Lista degli utenti Gruppi utenti Login Raduni SHOP del Clio Club Italia Soci
Cari utenti è con immenso piacere che vi annunciamo l'apertura ufficiale del nostro nuovo forum sul nuovo dominio www.clioclub.it.
Con questo link potrete accedere direttamente alla home page dell nuovo forum: Clio Club Forum.
Fatene buon uso.
FORMULA 1

 
Rispondi    Indice del forum » Il Bar del ClioClubItalia (Discussioni OffTopic) Precedente
Successivo
 

FORMULA 1

Autore Messaggio
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio FORMULA 1 Rispondi citando
Ragazzi ho voluto aprire questo topic in modo che essendo appassionati presumo tutti di auto e motori, possiamo parlare anche delle auto di F1, del campionato che si svolgera, delle gare, regolamenti, commenti, foto ecc ecc

Ciaooooooo





STAGIONE 2014

_________________


Ultima modifica di AleClio1.2 il Ven Gen 31, 2014 9:15 pm, modificato 1 volta in totale
Lun Gen 27, 2014 11:06 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
PRESENTAZIONI VETTURE:

FERRARI F14-T

Si chiama F14 T, come da decisione popolare, la sessantesima monoposto costruita dalla Ferrari per partecipare al Campionato del Mondo di Formula 1. Il nome indica l'anno di costruzione e la presenza del turbocompressore nel motopropulsore. Anche se il periodo di gestazione di una nuova Formula 1 è normalmente poco più di dodici mesi, questo progetto, identificato dal codice interno 665, ha mosso i suoi primi passi più di due anni fa. La stagione 2014 è infatti caratterizzata da una delle più importanti rivoluzioni tecniche nella storia della Formula 1, un cambiamento radicale che ha coinvolto tutti gli aspetti progettuali della nuova vettura.









Telaio: Sulla F14 T sono presenti delle soluzioni tecniche sviluppate nelle monoposto precedenti e alcune aree di continuità come le sospensioni a tirante, sia sull'anteriore che sul posteriore. Peraltro, al di là di questi elementi facilmente identificabili, sono davvero pochi i punti di collegamento tra la vettura 2014 e quelle che l'hanno preceduta.
Esternamente la vettura è molto diversa dalle monoposto viste negli ultimi anni: le modifiche regolamentari hanno obbligato i progettisti ad abbassare per motivi di sicurezza sia il telaio che il musetto, dando alla F14 T un aspetto molto diverso dalla F138. Il muso è già stato definito "a papera" o "ad aspirapolvere". Non sarà bello, ma di certo ha un aspetto meno raffazzonato di quanto non sia sembrato quello della McLaren, che ha letto ed applicato la norma.
L'ala posteriore non ripropone invece alcun particolare simile alle precedenti versioni. I nuovi regolamenti hanno imposto tre modifiche rispetto allo scorso anno, richiedendo una corsa più ampia del sistema DRS, una minore profondità dell'ala posteriore e, infine, la rimozione del profilo alare inferiore. Quest'ultima modifica ha richiesto la realizzazione di una struttura in posizione centrale per sostenere il profilo principale dell'ala. Per regolamento, l'ala anteriore è stata ridotta di 75 millimetri su entrambi i lati, al fine di renderla meno vulnerabile alle collisioni con altri veicoli o con le barriere a bordo pista. Questo cambiamento, probabilmente uno dei meno percepiti nel confronto con una monoposto 2013, ha avuto un profondo effetto sull'aerodinamica del veicolo. Le ali anteriori utilizzate a partire dal 2009 erano state ideate e realizzate per arrivare a coprire la superficie davanti agli pneumatici anteriori, al fine di massimizzare il carico aerodinamico. Il cambiamento del regolamento 2014, anche se di appena 75 millimetri, ha reso quindi necessaria una revisione completa dell'ala anteriore.

Sotto la carrozzeria: Gli aspetti della F14 T che contengono il maggior numero di cambiamenti sono sicuramente però quelli non visibili perché nascosti dalla carrozzeria: la nuova vettura ha necessità di raffreddamento completamente diverse rispetto alla precedente e ha richiesto profondi studi. I radiatori dedicati ad acqua e olio-motore sono di dimensioni ridotte rispetto al passato, come richiesto dalle minori esigenze di raffreddamento del motore termico V6 posto all'interno del motopropulsore. Ai progettisti è stato anche richiesto di collocare nella vettura l'intercooler per il nuovo sistema turbo-compressore e di gestire lo smaltimento del calore delle componenti dell'ERS, molto maggiore rispetto al precedente sistema di recupero dell'energia cinetica. Una maggiore capacità di raffreddamento equivale a disporre di potenza superiore ma il tutto va a scapito del carico aerodinamico: i progettisti hanno dovuto pertanto trovare il giusto compromesso tra livello di raffreddamento e carico aerodinamico. Questa è stata una delle fasi nella quale il vantaggio di progettare insieme sotto lo stesso tetto sia il motopropulsore che il telaio e i sistemi della monoposto si è rivelato un beneficio. Dopo aver deliberato l'ideale livello complessivo di raffreddamento, è stato dedicato molto tempo alla collocazione delle varie componenti nella vettura e ai flussi d'aria destinati alla gestione delle loro temperature d'esercizio.

Freni: Il sistema frenante è stato completamente riprogettato per adattare la macchina ai cambiamenti del regolamento tecnico. Grazie al maggiore effetto frenante che viene garantito dal motore ERS in Ferrari stanno lavorando assieme alla Brembo per ridurre le dimensioni delle pinze idrauliche posteriori, e in contemporanea incrementare la capacità frenante sull'asse anteriore. Inoltre, come consentito dal regolamento, la monoposto di Formula 1 avrà un sistema brake-by-wire, un dispositivo che consente di ottimizzare la modulazione del pedale e il bilanciamento durante le operazioni di frenata, grazie anche alla forza frenante offerta nelle diverse fasi di gestione dell'ERS. Oltre alle innumerevoli modifiche hardware, i regolamenti 2014 hanno richiesto un corposo aggiornamento ed ampliamento del software. Tra le varie funzioni sulla nuova monoposto, c'è anche quella di garantire la massima efficienza della vettura rapportata alla disponibilità del carburante.

Dati Tecnici
- Telaio in materiale composito a nido d'ape con fibra di carbonio
- Cambio longitudinale Ferrari
- Differenziale autobloccante a controllo idraulico
- Comando semiautomatico sequenziale a controllo elettronico con cambiata veloce
- Numero di marce ………………………….8 +Rm
- Freni a disco autoventilanti in carbonio Brembo (ant. e post.) e sistema di controllo elettronico sui freni posteriori
- Sospensioni indipendenti a tirante e molla di torsione anteriore/posteriore
- Peso con acqua, olio e pilota……………691 kg
- Ruote OZ (anteriori e posteriori)………13"


Motore

Cilindrata 1600 cc
Giri massimi 15'000
Sovralimentazione Turbo singolo
Portata benzina 100 kg/hr max
Quantità benzina 100 kg
Configurazione V6 90°
Nr. cilindri 6
Alesaggio 80 mm
Corsa 53 mm
Valvole 4 per cilindro
Iniezione 500 bar – direct
Unità per pilota 5


SISTEMA ERS
Energia batteria (a giro) 4 Mj
Potenza MGU-K 120 kW
Giri max MGU-K 50'000 rpm
Giri max MGU-H 125'000 rpm



Fonte: Quattroruote.it

_________________


Ultima modifica di AleClio1.2 il Ven Gen 31, 2014 9:16 pm, modificato 1 volta in totale
Lun Gen 27, 2014 11:07 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
McLaren MP4-29



Dopo un 2013 deludente, la McLaren è chiamata a cercare il riscatto nel 2014. La Honda arriverà solo nel 2015, quindi questo potrebbe anche essere considerato un anno di transizione, ma nella squadra non la pensano affatto così. Questo è quello che ha fatto capire il direttore sportivo Sam Michael, spiegando che l'obiettivo è iniziare la risalita verso la lotta per il Mondiale, ma che per riuscirci sarà fondamentale sviluppare costantemente la MP4-29.

Colorazione argento: La MP4-29 è stata presentata nel colore argento e senza main sponsor (la Vodafone ha terminato il suo contratto alla fine 2013, e da tempo aveva deciso di non rinnovarlo), alla presenza dei due piloti Jenson Button e Kevin Magnussen, figlio d'arte e grande promessa in arrivo dalle categorie minori. Inizialmente pareva che la vettura sarebbe stata presentata, e sarebbe poi scesa in pista ai test di Jerez, con il tradizionale arancio dei tempi del fondatore Bruce McLaren, ma Ron Dennis ha fatto capire nei giorni scorsi che nonostante il rapporto con Mercedes non sia più di collaborazione ma solo commerciale, in vista dell'arrivo di Honda nel 2015, l'argento rimarrà a caratterizzare il team per il 2014..

Telaio e Muso: Il telaio è un monoscocca in fibra di carbonio, che comprende l'abitacolo per il piota e il serbatoio del carburante, ala anteriore, ala posteriore, coprimotore, sistema ala mobile azionata dal pilota. Il muso è piuttosto mastondontico e mostra la "proboscite" centrale per rispettare le misure regolamentari. L'ala anteriore, che è più stretta di quella dello scorso anno. è già quella che si vedrà ai test di Jerez. Vistosi i flap e numerosi i soffiaggi fra i tre piani che li caratterizzano.

Crescono le pance: Come si sapeva, con l'arrivo del turbo e dei nuovi sistemi elettronici, serve più aria nelle pance per raffreddare, ed ecco che la McLaren ha infatti fianchi più alti e bocche più grandi rispetto al 2013.

Innovativa la sospensione: Al posteriore i tecnici di Woking hanno optato per un sistema pull-rod, con la sospensione massicciamente carenata, per provare a recuperare almeno in parte il grip venuto a mancare dal divieto ad utilizzare l'ala inferiore dell'alettone. Il concetto non è una novità, infatti nel 2007 sulla MP4-22 si era già vista una carenatura del genere sulla macchina progettata da Mike Coughlan.

Altre tecniche:
Pneumatici: Pirelli PZero
Cerchi ruota: Enkei
Radio di bordo: Kenwood
Impianto frenante: Akebono
Sterzo: McLaren servoassistito
Strumentazione: McLaren Applied Technologies
Verniciatura: AkzoNobel realizzata con prodotti Sikkens


FONTE: Quattroruote.it

_________________
Mar Gen 28, 2014 11:22 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
SAUBER C33



Estetica: Anche la squadra di Hinwil ha optato per un allungamento sul muso per rientrare nei nuovi regolamenti che impongono un abbassamento dell'altezza del frontale, ma la sua interpretazione pare quella esteticamente più accettabile di tutte quelle viste fino ad ora. Chiaramente una vettura deve essere veloce e non bella, ma questo sarà solo la pista a deciderlo, quando verrà guidata in Spagna dal confermato Esteban Gutierrez e dal nuovo arrivato Adrian Sutil, che cambia squadra dopo una carriera nel Circus passata praticamente per intero alla Force India (ha corso anche un anno con la Spyker, che comunque era la stessa squadra).

Telaio e scocca: Anche la vettura realizzata dal gruppo tecnico guidato da Eric Gandelin ha optato per un gradino nella parte superiore, per incanalare più aria possibile sotto alla scocca nella speranza di recuperare una parte del carico aerodinamico limitato nel 2014 dalle regole. Ma a differenza della Ferrari, che mostra un andamento molto inclinato nella parte anteriore del telaio, è possibile che la monoscocca della Sauber abbia adottato un vanity panel superiore, visto che il profilo ha un andamento piuttosto lineare.

Meccanica ed Elettronica Sospensioni confermate. Dalla vettura che l'ha preceduta la C33 ha mantenuto gli schemi delle sospensioni, con un pushrod all'anteriore e pullrod al posteriore.
Meccanica ed elettronica made in Ferrari. La Sauber monterà il nuovo V6 di Maranello, accoppiato con cambio e il completo sistema di recupero di energia. Per questo la squadra elvetica ha cercato soprattutto di pensare a non sbagliare il resto, così da sfruttare al massimo il materiale che arriva dalla Rossa.



FONTE:
Quattroruote.it

_________________
Ven Gen 31, 2014 7:29 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
LOTUS E22





Sulla Lotus sono ben poche le notizie che traspaiono dalla scuderia. La caratterstica più notevole è naturalmente il muso. A differenza della soluzione a proboscide studiata dalla McLaren (ma anche dalla Williams), la Lotus diretta da Nick Chester ha studiato una soluzione alternativa: quella di raccordare i montanti dell’ala anteriore facendoli scendere verso l’altezza minima di 185 mm. Il risultato è una doppia protuberanza, in grado di assorbire gli urti frontali come previsto dai test Fia, senza danneggiare troppo il flusso d’aria sotto la vettura nella zona del muso.

FONTE: Autosprint

_________________
Ven Gen 31, 2014 9:26 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
TORO ROSSO STR9






La squadra di Faenza ha optato per una propria interpretazione delle nuove regole, ad opera di Luca Furbatto sotto l'occhio vigile del direttore tecnico della squadra James Kay. Ha mantenuto il muso alto ed inserito una "proboscide" come stanno facendo tutti i team, anche se questa più che altro pare la maschera del "medico della peste" del Carnevale di Venezia.

Pance piccole ed alte. La STR9 ha pance con bocche dei radiatori piuttosto piccole di forma triangolare che pescano l'aria in alto. Le fiancate stupiscono per la propria dimensione ridotta rispetto ad altre vetture 2014, e questo nonostante il V6 Turbo Renault (che sostituisce i motori Ferrari usati fino alla scorsa stagione) disponga di un intercooler del turbo di tipo aria/aria, che richiede più masse radianti rispetto all'acqua/aria della Ferrari.

L'aria arriva da sopra. Sotto l'airbox c'è una vistosa presa d'aria utile al raffreddamento di accessori importanti, mentre in coda si nota l'alettone posteriore che non ha i due piloni centrali, ma si sostiene con le paratie laterali che probabilmente si ancorano al fondo.

Tanta "Coca Cola": Le pance in coda si stringono molto, quindi la cosiddetta "Coca Cola" è molto accentuata. Lo sfogo dell'aria calda avviene in coda ai lati del cambio a otto rapporti. Il cofano motore veste la parte posteriore ed ha una piccola pinna dorsale. La sospensione posteriore è pull rod con il triangolo inferiore molto aperto.

FONTE: Quattroruote

_________________
Ven Gen 31, 2014 10:39 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
FORCE INDIA VJM07




Cambio di colorazione. Di certo quello che si nota è la nuova livrea, meno "indiana" e più aggressiva, visto l'arrivo del nero (un'ora prima del lancio la squadra ha pubblicato su Twitter la foto di una pantera nera con il testo "We are ready to pounce."), che sostituisce il bianco di fondo. Questo comunque rimane assieme ad arancione e verde (i tre colori della bandiera dell'India) come livrea "di contorno".

Nuovi sponsor. Oltre che nei colori, la carrozzeria della VJM07 sfoggia novità anche nei loghi delle aziende supporter del progetto: un primo esempio è la Claro, che da sempre segue la carriera di Sergio Perez, nuovo arrivato in squadra insieme a Nico Hulkenberg, a cui si aggiunge la Roshfrans.

Motore e meccanica: Monta la Power Unit Mercedes con V6 Turbo e recupero di energia.

FONTE: Quattroruote

_________________
Ven Gen 31, 2014 10:43 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
MARUSSIA MR03



Il debutto della vettura motorizzata Ferrari era stato ritardato a causa di un problema tecnico dell’ultimo minuto che è stato scoperto prima che l’auto fosse spedita dalla fabbrica di Banbury.
Ma dopo aver risolto il problema, la Marussia è stata in grado di trasportare la propria auto a Jerez per farla girare nei due ultimi giorni di test.

La nuova vettura è stata progettata da due anni ed è un concetto completamente nuovo, presenta nuovo profilo anteriore e un nuovo design delle sospensioni posteriori.

Il Capo progettista John McQuilliam si è detto soddisfatto del modo in cui il progetto si è sviluppato.
“Abbiamo beneficiato enormemente dalla stabilità dei nostri team di progettazione, con lo stesso personale che ha iniziato il processo 24 mesi fa”, ha detto.
“Penso che possiamo sentirci giustamente orgogliosi del modo in cui abbiamo risposto a una sfida così importante e alla qualità di questa vettura. La macchina è stato costruita e finita ad un livello molto alto, il raggiungimento dei nostri più importanti obiettivi di risparmio di peso fino ad oggi e, soprattutto, con un occhio cruciale per mantenere il nostro eccellente record di affidabilità.”


La Marussia ha finito al 10mo posto nella classifica costruttori lo scorso anno e spera che il passaggio al motore Ferrari per il 2014 permetterà di migliorare la propria competitività quest’anno.”

FONTE: F1grandprix

_________________
Ven Gen 31, 2014 10:47 pm Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
CATHERAM CT05



Tutto deriva, come sempre, dal frontale, che presenta l'ennesima soluzione ad effetto per interpretare nella maniera più favorevole possibile il regolamento. Nella CT05, il musetto presenta una porzione finale che sembra attaccata in maniera approssimativa alla parte principale alta e squadrata.

Anche l'alettone anteriore è decisamente netto nelle linee e questo crea un effetto ottico discutibile, ma ovviamente questo non conta, l'importante è che si comporti bene in pista... La sospensione anteriore, con schema pull rod è un altro particolare importante.

Nessuna novità di rilievo per le fiancate, grandi e dotate di prese d'aria di notevoli dimensioni per far respirare al meglio il V6 Renault. Anche il posteriore non presenta particolarità di sorta, è pulito nell'insieme, senza soluzioni ad effetto.

La speranza è che questa Caterham consenta al team di schierarsi più avanti nella griglia di partenza, e di lottare anche per la zona punti. Considerando che in questa stagione si riparte tutti da zero, sarà fondamentale puntare sull'affidabilità, soprattutto all'inizio, visto che in molti avranno problemi a superare la bandiera a scacchi.

FONTE: Motori.it

_________________
Sab Feb 01, 2014 1:53 am Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
WILLIAMS FW36



Denominata FW36: La classica denominazione continua anche per il 2014 e quindi la vettura si chiamerà FW36, che si caratterizzerà per il muso dotato di "proboscide", soluzione che era stata subito pensata da molti per rientrare nel nuovo regolamento che impone musi più bassi. La vettura disegnata da Pat Symonds ha pance sono di poco più grandi rispetto al 2013, per ospitare il motore Mercedes e le sue masse radianti, mentre i sistemi adottati per le sospensioni sono push rod all'anteriore e pull rod al posteriore.
L'air box presenta un accenno di pinna, mentre la parte posteriore contiene lo scarico unico centrale dal quale fuoriescono note più cupe rispetto al passato. Come sempre la pista ci dirà il livello di competitività della monoposto inglese, che quest'anno ha un nuovo pilota al volante, quel Felipe Massa che porta con se un grande bagaglio d'esperienza.

Disegno che nasconde: Il rendering comunque appare in diversi punti abbastanza impreciso, forse perché non ancora completo o, più probabilmente, perché ci sono alcune idee che si sono volute tenere nascoste agli occhi delle altre squadre, come ad esempio il sostegno dell'ala posteriore.

Altro: La vettura è stata presentata con la classica colorazione blu del team, che sarà presente sulle vetture anche nei test, come confermato dal team tramite "cinguettio". In rete, tuttavia, si parla di una possibile sponsorizzazione della Martini...

FONTE: Motori.it - Quattroruote

_________________
Sab Feb 01, 2014 1:58 am Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
MERCEDES AMG W05





La Mercedes non perde tempo in presentazioni pompose, svela in pista la sua monoposto per il 2014, la W05, con i piloti chiamati a togliere i veli alla loro nuova compagna d'avventure. D'altra parte meglio mettersi subito a lavoro per cercare di trovare l'affidabilità necessaria con una vettura tutta nuova e con il motore turbo.
Dalle foto ufficiali si capisce che c'è stata molta cura per l'aerodinamica, con soluzioni capaci di differenziare esteticamente la W05 dalle sue avversarie, ma che necessitano del battesimo della pista per verificare quanto di buono è stato osservato in galleria del vento.

Tanto per cominciare la parte più controversa del nuovo regolamento, il frontale, non presenta la proboscide che ha lasciato perplessi gli addetti ai lavori dopo le presentazioni di McLaren e Red Bull. Il muso è lineare, e termina con una porzione larga, simile a quella della Ferrari, ma senza l'antiestetico scalino presente sulla monoposto di Maranello.
Spiccano due pinne aerodinamiche su cui sono posizionate le telecamere e la nuova ala anteriore più complessa di quella vista sulle monoposto avversarie. C'è stato molto lavoro da parte dei progettisti e la vettura appare molto complessa, ma ha una pulizia che si esplica nella parte inferiore, priva di scalino e in quella laterale.


Come era prevedibile, il motore Mercedes ha richiesto grandi pance per smaltire il calore, ma nella parte della coda l'aspetto è molto rastremato, ristretto, e più agile di altre concorrenti. C'è anche un passo più corto e questo dovrebbe conferirle maggiore agilità nei circuiti lenti, oltre che un peso, presunto, inferiore a quello minimo, con la possibilità di aggiungere, eventuali zavorre.
Anche la presa d'aria sopra il pilota presenta nella parte posteriore una pinna per migliorare i flussi d'aria in modo da convogliarla verso l'ala posteriore ed avere la migliore Aerodinamica possibile.


FONTE: Motori.it

_________________
Sab Feb 01, 2014 2:02 am Profilo Messaggio privato
AleClio1.2
Aspirante Pilota
Aspirante Pilota


Registrato: 05/06/13 02:00
Messaggi: 331
Località: Roma

Messaggio Rispondi citando
RED BULL RB10







A mali estremi, estremi rimedi. Ecco l'apertura che è stata fatta nella carrozzeria della Red Bull RB10 alla radice della pancia per evacuare almeno una parte del calore che ha prodotto il puntuale e ripetuto surriscaldamento della power - unit Renault. Sulla macchina del team campione del mondo, infatti, non si sono registrati solo i problemi relativi al corretto funzionamento della batteria che serve tutti gli impianti elettrici della vettura, ma si sono sommati anche dei gravi guai di raffreddamento.

L’anteriore della RB10 è dotato di un particolare bulbo sull’estremità del musetto che è sagomato nel contorno interno con una feritoia per incanalare il flusso d’aria, mentre a monte ci sono una “bocca” inferiore ed un’uscita superiore che si raccorda in modo molto elegante con il profilo superiore della sezione. Il sistema è simile a quello visto nel recente passato sia sulla stessa Red Bull che sulla Sauber e permette all’aria di infilarsi nella larga feritoia inferiore per poi uscire da quella di sopra indirizzata in seno inverso. Il tutto, a livello tecnico, per alleviare l’alta pressione nella sezione inferiore del telaio e consentire una migliore circolazione dei flussi in quest’area, ma allora c’erano i gradini sul muso mentre oggi il tratto è più basso e spiovente.

Dietro, come detto, poco si è visto e soprattutto il retrotreno viene abilmente mascherato ogni qualvolta la macchina rientra ai box. La “Coca cola” è bassa e rastremata e fa da terminazione alle lunghe fiancate che sfogano aria con due codotti laterali arrotondati. Sopra, dove c’è l’uscita del terminale di scarico, la sagomatura del cofano è simile a quella di altre Red Bull del recente passato e al pari di questo, si nota che la RB10 non possiede nessuna grossa pinna sulla dorsale del cupolone che rimane invece molto liscio. La sospensione dietro mantiene il profilo del triangolo inferiore carenato, mentre del pilone di sostegno dell’alettone infilato nel cofano motore vi avevamo già parlato ieri in occasione della presentazione della nuova Red Bull RB10. Un’altra particolarità riguardo alla copertura del propulsore, è che quest’ultima è formata da un pezzo unico al contrario di quelle di altre monoposto rivali.

A quanto pare l’affidabilità al momento non è il punto forte di queste nuove monoposto per ovvi motivi, ma la RB10 ha palesato finora qualche problemino tecnico in più degli avversari che hanno girato con maggiore continuità, seppure tutti abbiano inanellato pochi giri in confronto a quanto si vedeva nelle sessioni degli anni precedenti. Il sospetto che sotto le forme apparentemente convenzionali di questa vettura, si nasconda l’ennesima “raffinata opera” di estremizzazione nei concetti da parte di Newey è sempre forte, anche se pare che tutti i motorizzati Renault abbiano palesato diversi guai tecnici all’ERS nei primi due giorni di test del 2014. Solo il tempo ci dirà qualcosa in più a riguardo e per il momento occorre davvero attendere, in quanto è davvero troppo presto per dare giudizi.

FONTE: Quattroruote - F1passion - Omni corse

_________________
Sab Feb 01, 2014 2:09 am Profilo Messaggio privato
LucaRenault
Moderatore
Moderatore


Registrato: 18/03/11 02:00
Messaggi: 1812
Località: Genova

Messaggio Rispondi citando
- COMUNICAZIONE IMPORTANTE -

--> http://www.clio16vclub.it/forum/viewtopic.php?p=374501#374501 <--

_________________

- Nuovo forum del Clio Club Italia -
| Come diventare Socio del ClioClubItalia |
Mer Feb 05, 2014 9:16 pm Profilo Messaggio privato Invia email HomePage MSN Messenger
Mostra prima i messaggi di:    
Rispondi    Indice del forum » Il Bar del ClioClubItalia (Discussioni OffTopic) Tutti i fusi orari sono GMT + 2 ore
Pagina 1 di 1

 
Vai a: 
Non puoi inserire nuovi Topic in questo forum
Non puoi rispondere ai Topic in questo forum
Non puoi modificare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi cancellare i tuoi messaggi in questo forum
Non puoi votare nei sondaggi in questo forum


Powered by phpBB © 2001, 2005 phpBB Group